Appello al Governo italiano sulla situazione in Iran

Mercoledì 10 gennaio si è svolta nella sede del Partito Radicale una conferenza stampa sulle manifestazioni di protesta scoppiate in molte città iraniane. Giunti al tredicesimo giorno di mobilitazione spontanea si contano 50 morti ed oltre 3000 persone arrestate, tra cui 90 studenti dell’Università di Teheran, 4 dei quali sono in sciopero della fame dal 29 dicembre. I feriti si contano nell’ordine delle centinaia e le proteste proseguono in 132 città.

I partecipanti alla conferenza hanno rivolto un appello al Governo italiano affinché presti attenzione a chi lotta in Iran per i diritti umani fondamentali, per lo Stato di diritto e per un cambio di regime. I relatori hanno anche denunciato i rischi relativi alla firma di accordi commerciali bilaterali che l’Iran sta concludendo con vari Stati, tra cui l’Italia.

Giovedì 11 gennaio infatti è stato siglato un accordo di un valore complessivo di 5 miliardi di Euro per rilanciare gli investimenti in Iran. La firma ha avuto luogo presso il Ministero delle Finanze presso la Sala Ciampi, tra il Ministro Pier Carlo Padoan e il viceministro dell’Economia iraniana, Mohammed Khazaei. Il nuovo accordo quadro stipula tre tipi di investimenti: l’acquisto di beni e macchinari da parte dell’Italia, gare di appalto per le infrastrutture, progetti significativi nel settore del gas e del petrolio.

Hanno partecipato Elisabetta Zamparutti rappresentante italiana nel Comitato per la Prevenzione della Tortura nel Consiglio d’Europa, Giulio Maria Terzi di Sant’Agata presidente del Global Committee for the Rule of Law “Marco Pannella”, Lucio Malan senatore, Sergio D’Elia segretario di Nessuno Tocchi Caino, Mariano Rabino deputato, Laura Harth rappresentante all’ONU del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito, Roberto Rampi deputato, Luigi Compagna senatore, Antonio Stango presidente della Federazione Italiana Diritti Umani (FIDU), Esmail Mohades portavoce dell’Associazione dei Laureati Iraniani in Italia.

La conferenza stampa è stata organizzata da Nessuno tocchi Caino e Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito.

Guarda il video della conferenza sul sito di Radio Radicale

Print Friendly, PDF & Email

Add Comment