Dichiarazione dei Deputati del Partito di Salvezza Nazionale Cambogiano

Noi sottoscritti, deputati del Partito di Salvezza Nazionale Cambogiano (PSNC), dichiariamo di:

1. Mantenere rigorosamente lo spirito del PSNC, senza tradire gli elettori che hanno votato per il PSNC.

2. Insistere in favore del cambiamento verso la democrazia e chiedere con fermezza lo svolgimento di elezioni libere e corrette nel luglio 2018.

3. Appellarci alle autorità di rilasciare l’On. Kem Sokha e tutti i prigionieri politici, di porre fine alle minacce e alla repressione contro i dirigenti e i sostenitori del PSNC, i difensori delle terre e gli ambientalisti, di rilasciare tutti i prigionieri detenuti per reati di opinione e di far cadere ogni accusa contro di loro.

4. Sollecitare le autorità affinché vengano ripristinate le libertà dei cittadini così come sancito dalla Costituzione del Regno e da diverse dichiarazioni internazionali sui diritti umani, i diritti civili e politici, che la Cambogia ha ratificato.

5. Mantenere e proteggere con fermezza la struttura attuale del PSNC. L’On. Kem Sokha è ancora il Presidente del Partito, gli On. Pol Ham, Mu Sochua e Eng Chhay-Eang sono ancora i tre vice-presidenti e lo stesso vale per tutti i colleghi eletti durante il nostro ultimo congresso. Anche l’On. Son Chhay rimane presidente dei deputati del PSNC.

6. Invitare tutti i membri del PSNC a essere forti e rimanere fedeli al presidente del partito, a non cadere trappole dando credito a promesse fatte per attrarre eletti locali che risulterebbero nel tradimento della propria coscienza e della volontà dei loro elettori.

7. Rimanere determinati nella lotta, in quanto rappresentanti del popolo, e fermamente convinti che l’attuale situazione politica potrà essere superata con successo a seguito dell’intervento di organismi internazionali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Add Comment