Giulio Terzi: il malcontento globale è sempre più evidente

Dopo il Venezuela, il malcontento globale emerge anche in Bolivia con manifestanti e opposizione che denunciano gravi irregolarità nel conteggio dei voti, effettuato con modalità assai dubbie, per la rielezione di Evo Morales ad un ulteriore mandato, il quarto, in violazione dei fondamentali principi costituzionali. In Cile, a cui probabilmente seguiranno altri paesi dell’America Latina, nascono manifestazioni e rivolte contro la corruzione, le crescenti diseguaglianze, le concentrazioni di ricchezza in poche mani, l’assenza di servizi e beni essenziali che colpisce la popolazione più povera. L’insoddisfazione si aggrava anche in Iraq con le manifestazioni contro la corruzione e il governo, ritenuto eccessivamente prono all’Iran. Durissima la repressione a Baghdad e Nassiriya, anche con milizie dirette da Teheran. Molte le vittime e più di duemila arresti in una repressione durissima, ad opera anche di milizie sciite dirette da Teheran delle manifestazioni contro la corruzione e la mancanza di servizi essenziali. In Libano, Hezbollah, che detiene tre Ministeri, prende le distanze dai manifestanti che chiedono migliori condizioni di vita.

Giulio Terzi di Sant’Agata

Print Friendly, PDF & Email

Add Comment