Taiwan può essere un prezioso partner nella risposta globale ai cambiamenti climatici

Le concentrazioni di biossido di carbonio atmosferico registrate al Mauna Loa Observatory alle Hawaii hanno toccato un massimo storico di 415 parti per milione nel maggio 2019. L’Organizzazione meteorologica mondiale ha anche pubblicato dati che mostrano che giugno 2019 è stato il mese più caldo della storia, battendo i record da Nuova Delhi al Polo Nord. Come il presidente Hilda Heine delle Isole Marshall, alleato di Taiwan, ha esortato il mondo, non vale la pena discutere o dibattere se il cambiamento climatico avverrà, perché sta accadendo proprio ora.

Come membro del villaggio globale, Taiwan sta lottando per combattere i cambiamenti climatici e proteggere la Terra. In effetti, stiamo svolgendo un ruolo indispensabile nel compito vitale di lasciare un ambiente sostenibile alle generazioni future.

A causa dell’attuale situazione politica internazionale, a Taiwan è stato impedito di partecipare alla Conferenza delle Parti tenutasi ai sensi della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC). Ciononostante, continuiamo a cercare modi per fornire contributi alla comunità internazionale. Abbiamo approvato la legge sulla riduzione e la gestione dei gas a effetto serra, stabilendo obiettivi a lungo termine per la riduzione di gas a effetto serra a Taiwan, e formulato linee guida nazionali per l’azione sui cambiamenti climatici e un piano d’azione per la riduzione dei gas a effetto serra. Abbiamo inoltre elaborato un Greenhouse Gas Reduction Emission Control Action Plan che copre i settori dell’energia, manifatturiero, dei trasporti, dello sviluppo residenziale e commerciale, agricolo e ambientale di Taiwan.

Con una tabella di marcia chiaramente definita per le riduzioni nazionali delle emissioni di carbonio, i punti chiave di questo piano includono la promozione della trasformazione energetica; aiutare i produttori a diventare imprese ecologiche a basse emissioni di carbonio; lo sviluppo del trasporto verde e l’incremento dell’uso di veicoli a basse emissioni di carbonio; il potenziamento degli standard di progettazione a risparmio energetico per l’esterno di nuovi edifici; aiutare gli allevamenti a riciclare biogas e rafforzare il riciclaggio del metano da discariche di rifiuti e acque reflue industriali. Inoltre, l’approvazione di un Greenhouse Gas Control Implementation Plan proposto dai governi locali mostra come Taiwan reagisca collettivamente ai cambiamenti climatici, da un livello centrale a un livello locale.

Il nostro governo ha compiuto progressi significativi nello sviluppo del settore delle energie rinnovabili di Taiwan negli ultimi anni, perseguendo attivamente politiche progettate per ridurre la produzione di energia elettrica a carbone, aumentare il nostro uso di gas naturale e promuovere lo sviluppo verde. Entro il 2025, prevediamo che la generazione di energia solare ed eolica produrrà rispettivamente 20 GW e 6,9 GW di elettricità all’anno e stiamo anche avviando numerose politiche e azioni per il risparmio energetico nell’ambito del nostro Forward-looking Infrastructure Development Program e iniziative simili.

Nel frattempo, il nostro Green Finance Action Plan si sta concentrando su settori quali finanza, investimenti, raccolta fondi e incubazione dei talenti, sostenendo lo sviluppo del settore dell’energia verde promuovendo incentivi finanziari. In termini di ricerca e sviluppo tecnologico, la politica sulla tecnologia verde di Taiwan copre lo sviluppo energetico, lo stoccaggio dell’energia, il risparmio energetico e l’integrazione dei sistemi, utilizzando materiali futuristici, tecnologia sostenibile, risparmio energetico avanzato, sistemi intelligenti e aree simili per coinvolgere nell’industria i risultati della ricerca nel mondo accademico. E dal lancio del nostro satellite FormoSat-3 nel 2006, Taiwan ha raccolto oltre 10 milioni di voci di dati meteorologici, che ha fornito gratuitamente a esperti e studiosi di tutto il mondo per l’uso nella loro ricerca scientifica. Inoltre, i dati raccolti dopo il lancio di quest’anno del satellite FormoSat-7 miglioreranno ulteriormente l’accuratezza quando si tratta di prevedere eventi meteorologici gravi, dando un grande contributo alle previsioni meteorologiche globali e all’azione dei cambiamenti climatici.

Taiwan ha riunito le competenti agenzie del governo centrale per formulare un National Climate Change Adaptation Action Plan, costruendo un sistema resiliente che risponda agli otto aspetti del cambiamento climatico: catastrofi, infrastrutture di base, risorse idriche, sicurezza nazionale, coste, energia e industria, agricoltura, sanità.

Nel campo dell’assistenza sanitaria, stiamo ponendo particolare enfasi su igiene sanitaria e prevenzione delle epidemie, riduzione delle catastrofi e capacità di emergenza e di recupero delle catastrofi, salvaguardando la salute nazionale e dando priorità alla protezione dei nostri cittadini più vulnerabili. In termini di conservazione, sosterremo le nostre risorse di produzione agricola e la biodiversità, rafforzeremo i meccanismi di monitoraggio e allerta tempestivo, rafforzeremo i sistemi di salvataggio e di assicurazione in caso di calamità naturali e integreremo le tecnologie progettate per rafforzare la resilienza delle industrie dell’agricoltura, della silvicoltura, della pesca e zootecniche. Stiamo anche gestendo riserve naturali, istituendo sistemi di monitoraggio ecologico a lungo termine e rafforzando la conservazione e l’uso appropriato delle specie della nostra nazione e del materiale genetico associato. Tutto ciò mira a salvaguardare la sicurezza alimentare e a stabilire pratiche agricole sostenibili che siano ben adattate ai rischi climatici.

Secondo Patricia Espinosa, Segretaria Esecutiva dell’UNFCCC, tra il 1997 e il 2016 si sono verificati più di 10.000 incidenti meteorologici gravi, che hanno causato innumerevoli vite umane e distrutto case. Mentre il mondo continua ad affrontare le crisi dei cambiamenti climatici, questo problema globale richiede una soluzione globale. Ciò significa che ogni persona, come membro della nostra comunità globale, deve unirsi e cercare una soluzione.

È ingiusto che Taiwan venga esclusa dalle organizzazioni internazionali sulla base del pregiudizio politico. La nostra esclusione contraddice lo spirito delle convenzioni climatiche, che sollecitano tutte le nazioni a lavorare insieme per combattere i cambiamenti climatici globali e trascura sia il concetto di giustizia climatica enfatizzato nell’Accordo di Parigi sia il significato di invitare tutte le nazioni a prendere provvedimenti per il clima. Questa violazione della Carta delle Nazioni Unite indebolisce il nostro quadro internazionale e danneggia il mondo intero.

Taiwan è un amico responsabile e sincero della comunità internazionale ed è pronto a contribuire. Saremo lieti di condividere la nostra esperienza in materia di buona governance ambientale, prevenzione delle catastrofi e sistemi di allarme rapido, aggiornamento a tecnologie ad alta efficienza energetica, innovazione ad alta tecnologia e sue applicazioni. Ci stiamo adoperando per rendere il mondo un posto migliore e crediamo che Taiwan possa essere un partner prezioso nella risposta ai cambiamenti climatici.

Chang Tzi-chin
Ministro per la Protezione Ambientale di Taiwan

Print Friendly, PDF & Email

Add Comment