Esito della Tavola Rotonda “Riequilibrare il Multilateralismo”

 

Il 25 febbraio 2021, il Comitato Globale per lo Stato di Diritto “Marco Pannella” in collaborazione con l’Ufficio di Rappresentanza di Taipei in Italia, ha ospitato un imponente panel di politici e attivisti in prima linea nello sviluppo di una maggiore consapevolezza globale e delle contromisure efficaci per affrontare la minaccia autoritaria posta dal Partito Comunista Cinese ai diritti umani e allo Stato di diritto, in Cina ma anche all’estero.

Il panel con Giulio Terzi di Sant’Agata (Ambascitore, già Ministro degli Esteri, Presidente Comitato globale), Dr. Chung-Ching Chio (Sovrintendente Chi Mei Medical Center, Taiwan), Dr. Han-Siong Toh (Medico curante, Medicina di terapia intensiva, Chi Mei Hospital, Taiwan), Reinhard Buetikofer MEP (Deputato europeo, Presidente della Delegazione del Parlamento europeo per i rapporti con la Repubblica popolare cinese, Co-Presidente IPAC, Germania), Dr. I-Chung Lai (Presidente Prospect Foundation, Taiwan), Nathan Law (attivista per la democrazia e già legislatore, Hong Kong), Jonas Parello-Plesner (Direttore esecutivo, Alliance of Democracies Foundation), Luke de Pulford (Fondatore e direttore Director Arise Foundation, Fondatore Coalition for Genocide Response, Coordinatore IPAC, Regno Unito), Roberto Rampi (Senatore, Co-Presidente IPAC, Italia), e Andrea Sing-Ying Lee (Ambasciatore, Ufficio di Rappresentanza di Taipei in Italia), ha proposto una serie di raccomandazioni concrete:

  • “Fare i compiti”: la difesa della democrazia e dello Stato di diritto inizia a casa.
  • Lavorare verso un multilateralismo più inclusivo e sviluppare una strategia di cooperazione veramente globale, in grado di contrastare l’offerta del PCC, non un “Raduniamo l’Occidente e dimenticiamo il resto”.
  • Rafforzare la cooperazione transatlantica e un’alleanza globale delle democrazie, prevedendo anche meccanismi concreti di solidarietà economica (es. Un articolo 5 economico).
  • Creare condizioni come l’Alleanza Inter-Parlamentare sulla Cina (IPAC) per rafforzare efficacemente tali alleanze su tutta la linea e consentire un dialogo e un coordinamento crescenti tra i vari livelli di governo e altre parti interessate.
  • Creare e, ove esistenti rafforzare, i meccanismi di giurisdizione universale per garantire che le vittime possano trovare un accesso alla giustizia.
  • Adottare e applicare sanzioni mirate coordinate attraverso i meccanismi del Global Magnitsky.
  • Difendere la trasparenza e la condivisione delle informazioni garantendo il diritto del pubblico alla conoscenza come chiave per rafforzare la democrazia e il rispetto dei diritti umani sia in patria che all’estero.
  • Garantire che partner democratici come Taiwan siano inclusi nel dibattito e possano partecipare a forum multilaterali.

Laura Harth

La videoregistrazione integrale della conferenza è disponibile su Radio Radicale.

Print Friendly, PDF & Email

Add Comment