Jianli Yang

Jianli Yang è nato nel 1963 nella provincia di Shandong, in Cina. Astro nascente nel Partito Comunista Cinese negli anni ’80, divenne rapidamente disincantato a causa della corruzione e della doppiezza che sperimentò nel sistema comunista. Lasciò la Cina per perseguire una carriera in matematica all’università di Berkeley nel 1986 all’età di 23 anni. Nel 1989, i suoi compagni studenti cinesi lo elessero come loro rappresentante a Pechino a sostegno delle manifestazioni per la democrazia in Piazza Tiananmen. Tornato a Pechino, si unì al movimento che chedeva le riforme democratiche e assisté al massacro di migliaia di manifestanti per mano dell’esercito agli oprdini del PCC. Fu l’evento che cambiò il suo futuro. Jianli fuggì per poco la cattura e tornò negli Stati Uniti per occuparsi di democrazia e proseguire il suo attivismo.

Nel 2002, dopo aver completato il dottorato in economia politica ad Harvard (aveva già conseguito un dottorato in matematica a Berkeley), Jianli fece ritorno in Cina per aiutare il movimento sindacale con strategie di lotta nonviolenta. Fu però arrestato e condannato a cinque anni di prigione, di cui un anno e mezzo in isolamento. Furono necessarie una campagna internazionale, una risoluzione dell’ONU e un voto unanime di entrambe le Camere del Congresso degli Stati Uniti, per ottenere la sua liberazione nell’aprile del 2007. Subito dopo il suo ritorno negli Stati Uniti, Jianli ha formato “Iniziative per la Cina / Potere al Cittadino”, un movimento pro-democrazia impegnato nella promozione di una transizione pacifica verso la democrazia in Cina. Il Dr. Yang è convinto che la continua leadership delle democrazie mondiali nel ritenere la Cina responsabile del rispetto dei diritti umani e politici dei suoi cittadini sia una componente fondamentale per la stabilità mondiale e per la transizione pacifica verso una società democratica in Cina.

Il Dr. Yang è intervistato regolarmente dai media internazionali, interviene in audizioni tenute dal Congresso degli Stati Uniti, dal Parlamento Europeo ed è relatore in vari fori internazionali. È la principale forza trainante della conferenza “InterEthnic/InterFaith Leadership” che nel 2017 ha tenuto la sua 12a edizione in Giappone. Jianli è stato l’unico invitato cinese a partecipare alla cerimonia dell’80° compleanno di Sua Santità il Dalai Lama a Dharamsala, in India. In quell’occasione ha fatto la conoscenza di Marco Pannella il quale, solo due mesi dopo, lo ha invitato alla Conferenza internazionale su Stato di Diritto e il Diritto alla Conoscenza tenuta al Senato italiano organizzata dal Partito transnazionale nonviolento del Partito Transnazionale.

Print Friendly, PDF & Email