G20: lettera aperta al Primo Ministro vietnamita per il rilascio di prigionieri di coscienza

Mentre il Primo Ministro vietnamita Nguyễn Xuân Phúc giunge ad Amburgo, in Germania, per la XII riunione del vertice del G20 il 7-8 luglio, il Comitato per i Diritti Umani in Vietnam e oltre 40 personalità e organizzazioni della società civile di tutto il mondo chiedono al Vietnam di liberare tre importanti prigionieri di coscienza, il dissidente buddista Thích Quảng Độ, l’avvocato per i diritti umani Nguyễn Văn Đài e l’ambientalista buddista Đỗ Thị Hồng.

In una lettera aperta al Primo Ministro vietnamita, i cui firmatari includono il Presidente del Global Committee for the Rule of Law Giulio Terzi, resa pubblico oggi, i firmatari hanno denunciato “la detenzione e il maltrattamento dei prigionieri di coscienza in Vietnam” e “chiedono la loro liberazione immediata e incondizionata, e il rilascio di tutti gli altri prigionieri di coscienza detenuti”.

Leggi la lettera aperta (in inglese)

Print Friendly, PDF & Email

Add Comment